© 2018 Fondazione Giulia Sillato

IL METAFORMISMO©
L’ARTE CONTEMPORANEA NEI CIVICI MUSEI© DAL 2010

TUTELA DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE

Proprio quando si comincia a pensare che l’Arte non abbia più nulla di nuovo da dire, è uno storico dell’arte a dire qualcosa di nuovo. Dall’intenso lavoro svolto dalla Prof. Giulia Sillato, storico dell’arte di scuola longhiana, hanno preso vita le idee e i principi che fondano il MetaFormismo©, Copyright del 2010, nuovo metodo di lettura critica, rivolto all’Astrattismo Contemporaneo.

La teoria del MetaFormismo© e il concetto di Metaforma©, entrambi i vocaboli nuovi coni assoluti, vengono enunciati dalla Prof. Giulia Sillato all’inizio del 2010 dopo una riflessione teoretica durata 20 di studi e ricerche sul campo. Appaiono citati e quindi pubblicati per la prima volta nella Prefazione al Catalogo della 27 Edizione del ciclo itinerante L’Arte Contemporanea nelle antiche dimore©, edito nel 2010 da Gabriele Mazzotta.

I due neologismi vengono ancora ripresi e divulgati dal 2010 in poi anche dalla linea di rassegne itineranti L’Arte Contemporanea nei civici musei© che prende il via nel 2005 con un’unica edizione a Pescara, ma si sviluppa prevalentemente dopo il 2010 fermandosi più volte a Genova negli illustri spazi museali del Mu.MA, Istituzione Sovrana del Musei del Mare.

Tutte le apparizioni, soprattutto nel web, di vocaboli simili, citati in pubblicazioni anche scientifiche, risalgono ad anni successivi al 2010, mentre i contenuti di questa nuova visione storico-artistica appaiono divulgati anche da altri addetti ai lavori, che non ne sono l’autore, a partire dal 2014 in poi. Il grande fermento critico, scatenatosi attorno all’idea di un arte non figurativa leggibile con le forme, lascia ragionevolmente supporre alla studiosa — che ne ha individuato i principi — una palese ascendenza alle proprie teorie valide prevalentemente in ambito artistico, ma applicabili anche in altri settori del sapere.
Fondazione Giulia Sillato Verona